ACCESSO CIVICO

Conformemente ai contenuti dell'art. 5 del d.Lgs. 33/2013 s.mm.ii. per come specificati dal paragrafo 1.2. del Comunicato ANAC Autorità Nazionale Anticorruzione del 15 ottobre 2014 dall'oggetto "L'istituto dell'accesso civico: responsabilità delle pubbliche amministrazioni e opportunità per la società civile" si rendono le informazioni rilevanti mediante la pubblicazione nella predetta sotto - sezione dei sotto elencati elementi: 
                                                                     Art. 5 - Accesso civico
L'obbligo previsto dalla normativa vigente in capo alle Pubbliche Amministrazioni di pubblicare documenti, informazioni o dati comporta il diritto di chiunque di richiedere i medesimi, nei casi in cui sia stata omessa la loro pubblicazione.
La richiesta di accesso civico non è sottoposta ad alcuna limitazione quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente non deve essere motivata, è gratuita e va presentata al Responsabile della Trasparenza dell’Amministrazione obbligata alla pubblicazione di cui al comma 1, che si pronuncia sulla stessa.
L'Amministrazione, entro trenta giorni, procede alla pubblicazione nel sito del documento, dell'informazione o del dato richiesto e lo trasmette contestualmente al richiedente, ovvero comunica al medesimo l'avvenuta pubblicazione, indicando il collegamento ipertestuale a quanto richiesto. Se il documento, l'informazione o il dato richiesti risultano già pubblicati nel rispetto della normativa vigente, l'Amministrazione indica al richiedente il relativo collegamento ipertestuale.
Nei casi di ritardo o mancata risposta il richiedente può ricorrere al titolare del potere sostitutivo di cui all'articolo 2, comma 9-bis della legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni, che, verificata la sussistenza dell'obbligo di pubblicazione, nei termini di cui al comma 9-ter del medesimo articolo, provvede ai sensi del comma 3.
La tutela del diritto di accesso civico è disciplinata dalle disposizioni di cui al Decreto Legislativo 2 luglio 2010, n. 104, così come modificato dal presente decreto.
La richiesta di accesso civico comporta, da parte del Responsabile della Trasparenza, l'obbligo di segnalazione di cui all'articolo 43, comma 5.

Responsabile della Trasparenza a cui presentare la richiesta di accesso civico è il dott. Stefano Roca ai sensi del combinato disposto dell'art. 29 rubricato "Il responsabile della trasparenza" del vigente Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e del Programma Triennale per la Trasparenza e l'Integrità 2014-2016 in combinato disposto con il punto n. 3 del dispositivo della deliberazione consiliare n. 3 del 30.01.2014, di relativa approvazione, nella rispettiva qualità di Segretario Comunale titolare della sede di segretaria convenzionata tra il Comune di Castelnovo del Friuli (ente capofila) e quello di Meduno in quanto individuato con Decreto Sindacale n. 1 del 20.01.2014 , ai sensi dell'art. 1, comma 7, ultimo periodo della L. 190/2012 ss.mm.ii. Responsabile della prevenzione della corruzione dell'ente e pertanto, ai sensi dell'art. 43, comma 1, del D.Lgs. 33/2013 ss.mm.ii. titolare delle Funzioni di Responsabile della Trasparenza.

Recapito telefonico: 0427 90040

indirizzo mail: segretario@com-castelnovo-del-friuli.regione.fvg.it

Il titolare del potere sostitutivo coincide con la figura del Responsabile della Trasparenza stante le ridotte dimensioni dell'ente e l'assenza di altre professionalità.

MODALITA' ESERCIZIO DIRITTO DI ACCESSO CIVICO
L'esercizio del diritto di accesso civico è esercitabile da parte dei rispettivi titolari avvalendosi della modulistica allegata e nel rispetto della normativa sopra riportata.

- Accesso Civico MODULISTICA

ISTITUZIONE DEL REGISTRO DELLE DOMANDE DI ACCESSO

REGISTRO ACCESSI ANNO 2017

REGISTRO ACCESSI ANNO 2018